Mater Ecclesiae

Vai ai contenuti

Menu principale:




Le Novità: "Le News  2021"

NEWS DAI NOSTRI PAESI                                         
(LEGGI PRECEDENTI 2021) (LEGGI PRECEDENTI 2020) (LEGGI PRECEDENTI 2019)  (LEGGI PRECEDENTI 2018)

____________________________________________________________________________________________

 

         LINK UTILI

__________________________________

VATICANO - Chinarsi su chi soffre per farlo rialzare, prendersene cura con tenerezza e compassione. Questo è lo stile, questa la scelta preferenziale del Figlio di Dio, come deve esserlo della Chiesa. Ma non si può esercitare la compassione senza attingere forza da un’intima relazione con il Padre.  
LEGGI TUTTO

 

MYANMAR - "E' una campagna di disobbedienza civile e di protesta pacifica che coinvolge cittadini di ogni cultura, etnia e religione. Oggi la gente non è andata al lavoro e ha disertato i servizi e gli uffici pubblici. Siamo scesi in strada alzando il simbolo delle tre dita, per condannare il colpo di stato militare e chiedere il ritorno della democrazia": così Joseph Kung Za Hmung, racconta all'Agenzia Fides la giornata di protesta a Yangon.   LEGGI TUTTO

 


NIGERIA
- Due anni fa, la Diocesi di Yola aveva avviato un progetto abitativo a favore delle famiglie costrette ad abbandonare le proprie case per sfuggire alla violenza dell'organizzazione terroristica jihadista.  LEGGI TUTTO

 


IN EVIDENZA
(LEGGI PRECEDENTI)
____________________________________________________________________________________________


Formazione. Il 27 settembre del 2020 la nostra comunità Mater Ecclesiae ha festeggiato l’apertura dell’Anno Formativo. Prima della solenne Eucaristia presieduta dal Card. João Braz de Aviz, Prefetto della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e Società di Vita Apostolica, abbiamo avuto con Lui un incontro di formazione sulle sfide della vita consacrata oggi.    LEGGI TUTTO


Esercizi Spirituali. Dal 21 al 26 settembre la nostra comunità di Mater Ecclesiae ha vissuto il momento degli esercizi spirituali guidato da padre Onofrio Farinola su: "Le case comuni della vita consacrata. Un rinnovato stile di vita per i religiosi alla luce della Laudato Sì". Questi giorni ci hanno consentito di entrare in profondità nella realtà quotidiana della nostra consacrazione religiosa e di capire com’è importante la dimensione relazionale dell’essere umano.   LEGGI TUTTO



Settimana di studio.
Dal 11 al 15 agosto 2020 si è svolta al Collegio Mater Ecclesiae una bella e interessante settimana di studio sulla cultura e sui carismi intitolata: O Signore tu mi scruti e mi conosci. Nel primo giorno ognuna di noi ha fatto la ricerca personale sulle radici storiche e culturali del proprio popolo. LEGGI TUTTO



Tesi di dottorato. Il 16 novembre 2020 Suor Justine Naluggya ha difeso la sua tesi di Dottorato in Diritto Canonico, presso la Pontificia Università Urbaniana, dal titolo: "Cooperation and coordination of the apostolate among women's religious institutes and a particular church: Praxis in Kampala Archdiocese".
Sr. Justine ha saputo affrontare, in modo approfondito, la questione della cooperazione e del coordinamento pastorale, come pure il ruolo delle donne consacrate all'interno di una Chiesa particolare alla luce del canone 680.


ATTIVITA' DEL COLLEGIO
____________________________________________________________________________________________


Cammino con la loro gente. La formazione nella vita religiosa è importantissima. La maggioranza delle suore che vivono nel Collegio, tornando nei loro paesi di origine, vengono spesso inserite nelle attività di formazione: saranno loro a formare le novizie o a dare un ausilio alle parrocchie. La loro preparazione è fondamentale. GUARDA IL VIDEO




Il nostro è un Collegio molto particolare: sorto nel 1976, fu voluto da Papa Paolo VI per le religiose di congregazioni religiose femminili diocesane che sono sorte da poco. Sono le congregazione meglio inserite nella pastorale delle Chiese locali. LEGGI TUTTO




Il nostro Collegio "Mater Ecclesiae" desidera offrire alle religiose autoctone che sono inviate a Roma, la realizzazione di studi ecclesiastici superiori per poter arricchire la loro formazione e spiritualità, per aprire il loro cuore a tutti gli orizzonti della Chiesa universale e, soprattutto, prepararsi alla missione di evangelizzazione nel proprio Paese. Durante tutto il tempo degli studi le religiose approfondiscono la loro appartenenza alla Chiesa, e attraverso le diverse attività imparano, in particolare, la vita tipica delle altre Chiese allargando in questo modo il loro patrimonio spirituale e culturale.


FOTO GALLERY
____________________________________________________________________________________________

   
 
____________________________________________________________________________________________

 

__________________________________


__________________________________


__________________________________


 
Torna ai contenuti | Torna al menu